Cucina
BELLA CIAO AKA I RACCONTI DELL'HANGOVER

Sacro Cuore

Niente, rieccomi qua in preda all’hangover e nemmeno una lacrima di alcol mi sfiorò nelle ultime settimane. Neanche un cioccolatino al liquore, per dire. Sarò caduta nella pentola da piccola come Obelix o forse saranno gli strascichi di questa brutta influenza. Com’è come non è, stamattina mi sono svegliata e bella ciao proprio: cervello in panne, ansietta e una fame che urla soccorso. Ho pensato così di rispolverare un mio grande classico delle mattine post bisboccia. Sacro Cuore è il nome di questo panino e, ne sono certa, già dal primo boccone saprà restituirmi alla vita in tutta la sua pienezza.

Cosa serve:

ingredienti

michetta

cuore di bue

salsa al rafano

cavolo viola

Per la gremolata:

ingredienti

salvia

prezzemolo

limone

aglio

Il cuore è una delle frattaglie che preferisco. Gusto e consistenza unici, costa niente e con dei piccoli accorgimenti, vedi il matrimonio con una michetta croccante, diventa un piatto a prova di scettico. Tipo che mio figlio Nero ne va pazzo e lo chiama ciccia salciccia. Un giorno per questo mi leverà il saluto ma ho spalle forti e ce la farò.

sorellepassera_3febbraio-32
sorellepassera_3febbraio-38

Andando al sodo: taglio a striscioline il cuore e lo faccio saltare in poco olio. Preparo la gremolata tritando uno spicchio di aglio, la scorza di mezzo limone, abbondante prezzemolo e un paio di foglie di salvia. Appena il cuore è pronto, pochi minuti, spengo e aggiungo la gremolata.

sorellepassera_3febbraio-74
sorellepassera_3febbraio-36

Taglio la michetta a metà e la imbottisco con il cuore tutto colante di gremolante bontà. The heart geently weeps.

Completo con cavolo tagliato sottilissimo e un cucchiaione di salsa al rafano bella piccante. Tutto qua, il mio profanissimo Sacro Cuore è pronto. Succulento e peccaminoso come piace a me.

sorellepassera_3febbraio-79
sorellepassera_3febbraio-81-vert

More is more: per renderlo ancora più profano, impastellate una manciata di foglie di salvia, friggetele e aggiungetele ancora croccanti al panino.

 

Photo Credits: Alessandro Capuzzi / Sette Secondi Circa

Commenti

Ti è piaciuto l'articolo ?

Ti potrebbero interessare...