Cucina
GENERI DI CONFORTO

Do the funky chicken

Ultimo pasto, giardino fiorito, primo bacio, cura contro i mali del mondo… La cotoletta, meglio se di pollo, è il mio genere di conforto ASSOLUTO. È stato così fin dal nostro primo incontro: una cotolettina anemica preparata da una mamma distratta. Eppure già avevo capito che non sarei più vissuta senza.

Se oggi fosse un giorno da celebrare, la mia cotoletta sarebbe così: croccante, speziata, tenerissima, racchiusa in un voluttuoso panino. Da svenire. La buona notizia è che io festeggio tutti i giorni. Eccovi dunque la mia ultima variazione, in ordine di tempo, del panino con la cotoletta. Do the funky chicken è il suo nome.

ingredienti

petti di pollo divisi a metà

uova

pangrattato

yogurt

aglio

spezie tandoori

olio d’oliva

panini tipo cremonese

rucola

cipolla rossa (marinata per dieci minuti in aceto, sale e zucchero).

maionese al lime (succo e scorza grattugiata)

rapanelli

La marinata: yogurt intero, spezie tandoori, spicchi d’aglio schiacciati, succo di lime. Immergo il pollo e metto in frigo. Mezzora se ho fretta. Tutta la notte se ambisco al nirvana.

Levo dalla marinata e impano. Prima uova e poi pangrattato, che te lo dico a fare.

Friggo in abbondante olio fino a che è ben dorato. E poi costruisco il panino. Ho scelto una cremonese, una specie di brioche, è la morte sua. Spalmo di maionese al lime, sistemo la cotolettona, completo con rucola e cipolla. Do The funky chicken è pronto. Il video di seguito serve a smaltire l’abuso di grassi. I rapanelli, a pulirsi la coscienza.

Photo Credits: Alessandro Capuzzi

Commenti

Ti è piaciuto l'articolo ?

Ti potrebbero interessare...