Cucina
GENERI DI CONFORTO

Paninetto con Suprema

Scene di vita vera. Interno giorno, scuola materna. La maestra: dai, raccontaci un po’ com’è la tua mamma. Bimbo Nero, cinque anni: si chiama Gigi, ha il rossetto e fa la festa. A posto così. Ci tengo a precisare che per mio figlio fare festa significa cucinare, non ballare samba in perizoma piumato sui tavoli. Sono una madre mediamente responsabile che ama spignattare tutto il giorno e che per non cedere al demone della casalinga sfiduciata lo fa ben vestita, infiorata e truccata. Va da sé che la stessa cura che uso per la mia persona la applico ai piatti che preparo, un semplice panino nelle mie mani si trasforma in una merenda che ciao. Nero è un tipetto decisamente fortunato.

ingredienti

un panino tondo

60 grammi di mortadella suprema

mezza pera williams

rucola

olio

miele

Sono le quattro, c’è fame nell’aria. Taglio a carpaccio mezza pera. Mamma, non voglio la frutta. Zitto amore, guarda c’è Spongebob in tivù. Aziono l’affettatrice, la prima fetta, sottilissima, per me, una madre si sacrifica sempre per il suo bambino. Le altre le taglio un po’ più spesse e le faccio a sfilacci.

Taglio il panino a metà, sistemo sul fondo la rucola, poi il carpaccio, infine la mortadella. Condisco con un emulsione di olio, succo di limone, sale e miele. Nero mangia felice, io mi ripasso il rossetto e continuo a fare la festa.

Photo credits: Alessandro Capuzzi / Sette Secondi Circa

Commenti