Pianerottolo
BEEN AROUND THE WORLD AND AHI AHI AHI
IL PIATTO CHE HA COMMOSSO IL WEB

Polpettine di nonna Maria con Suprema

Queste sono le nostre polpette del cuore. Anzi, a pensarci bene, forse noi abbiamo un cuore a forma di polpetta per motivi famigliari come si scriveva nelle giustificazioni. A casa nostra si chiamano schnitzel ma non sono cotolette, però sono buone uguali e la nostra nonna dagli occhi verdi e il cuore imbrigliato al vaporetto che da Zara portava all’altra sponda dell’Adriatico ce le preparava per insegnarci che nulla di davvero importante è mai perduto. Basta volere forte che continui ad esistere.

ingredienti

200 grammi di macinato di vitello

200 grammi di mortadella Suprema

50 grammi di parmigiano

un uovo

una patata bollita

noce moscata

farina di riso

salvia

olio

mezzo bicchiere di vino bianco

Si trita finemente la mortadella e la si amalgama al vitello. Aggiungiamo uovo, parmigiano, noce moscata e la patata passata con lo schiacciapatate. Si mischia per bene e si formano delle polpettine minuscole nelle intenzioni. Poi, ogni sorella ha la mano sua ma ci si vuole bene lo stesso.

fiorucci_passera-26
fiorucci_passera-16

Si passano nella farina di riso, quindi in padella a rosolare in un filo d’olio e due foglie di salvia. Si sfuma con il vino, si copre con un coperchio e si portano a cottura su fuoco timido, o meglio timorato di Dio come la nostra nonna.

Sono pronte quando diventano tenere da sciogliersi in bocca, dopo 45 minuti circa. E noi come guizzo finale le serviamo in una tazzina da the piena di soffice purè, perché la polpetta è la nostra madeleine e ci basta un morso per tornare a casa.

fiorucci_passera-29
fiorucci_passera-110

Photo Credits: Alessandro Capuzzi / Sette Secondi Circa

Commenti