Uncategorized
BEEN AROUND THE WORLD AND AHI AHI AHI

An afternoon with Mister Twining, ovvero di quella volta felice in cui imparammo come si prepara un Infuso con tutti i sacri crismi.

Qualche giorno fa, in occasione di un piacevolissimo pomeriggio in compagnia di Stephen Twining, abbiamo imparato alcune lezioni fondamentali sull’arte dell’infuso. Insegnamenti che abbiamo intenzione di adottare nella nostra vita affinché abbia sempre il sapore giusto.

 

Per prima cosa, scegli la tenerezza: per realizzare gli infusi Twinings vengono utilizzate solo le parti tenere delle piante, le foglie e i fiori. Tutti ingredienti di primissima scelta, naturali al 100%. La differenza di gusto è nettamente superiore rispetto a una normale tisana. Tipo che in un battito d’ali ti esplode in bocca un giardino fiorito. Use a little tenderness, dunque. Ripetiamolo come un mantra e di sicuro funzionerà.

Il timing è tutto: con le materie prime di altissima qualità ci eravamo arrivate, che l’acqua dovesse essere pura e la teiera di ceramica ben pulita, pure… ma se poi lasci a mollo la bustina di Infuso delle mezzore, visto che sei una cialtrona e nel frattempo ti stai dando lo smalto, ecco che toccherà buttare via tutto. Ogni miscela richiede il suo tempo, dai 2 ai 5 minuti, né uno di più, né uno di meno. Quindi, e ce lo diciamo da sole: Gigi smettila di arrivare in anticipo, Mari basta con i ritardi e tutto girerà alla perfezione.

Ciliegia e cannella con photoshop
IMG-20171005-WA0006-01

Terza e ultima fondamentale lezione: vai di purezza. La varietà delle miscele di Twinings è altissima: da finocchio menta e liquirizia, passando per zenzero e limone, fino a ciliegia e cannella. Ce n’è per ogni gusto. Quando hai a disposizione un infuso pazzesco, tipo quello ai frutti rossi – fragola, lampone, ibisco e rosa canina – talmente inebriante che te lo vorresti passare sui polsi prima di una cena romantica… ecco, poi non rovinare tutto aggiungendoci zucchero a palettate. La perfezione nasce perfetta, specie se a crearla è stato Jeremy, il Master Blender di Twinings.

Note to self: mai chiedere a un gentiluomo come Mister Twining se per caso vive in un castello. Ti risponderà, con un sorriso divertito, che abita in un cottage ed è felicemente sposato. E qua chiudiamo, arrossendo un poco.

https://www.twinings.it/infusitwinings/

BeautyPlus_20171005190122_save
TWININGS_Stephen_4

Commenti